cxxcsd
Top
Image Alt

Cosa fare in Sicilia

  /  Cosa fare a Palermo   /  Voli scontati per i residenti in Sicilia

Voli scontati per i residenti in Sicilia

Voli scontati per i residenti in Sicilia. Cosa fare in Sicilia vi illustra l’ultima novità della Regione Sicilia.

Per i residenti in Sicilia arrivano i voli scontati

La Regione siciliana con risorse proprie ha deciso di finanziare l’abbattimento fino al 50% delle tariffe aree applicate dalle compagnie aeree.

Lo sconto è riservato ai residenti in Sicilia per i collegamenti da e per l’Isola verso i tre aeroporti di Milano e i due di Roma.

Una buona notizia per tutti i residenti siciliani che per motivi lavorativi devono ritornare per le feste nella Regione e che ogni anno devono sobbarcarsi di oneri e costi per i biglietti davvero proibitivi.

L’aiuto per i siciliani arriva dalla Regione Sicilia

Lo hanno annunciato, in conferenza stampa a Palazzo d’Orleans, il presidente della Regione Renato Schifani e l’assessore ai Trasporti Alessandro Aricò. Il governo Schifani ha stanziato per il provvedimento 27,5 milioni di euro di fondi propri che garantiranno gli sconti per 13 mesi.
    “Si tratta di una misura che non risolve affatto il problema del caro-voli, ma anzi rischia di spingere le compagnie aeree a lucrare ancora di più aumentando le tariffe sfruttando proprio lo sconto concesso ai viaggiatori siciliani. – spiega il Codacons – Inoltre per la misura vengono usati fondi pubblici.


    Questo significa che saranno sempre i cittadini a pagare le tariffe stellari dei biglietti aerei, solo in modo diverso: non più attraverso l’acquisto del titolo di viaggio, ma mediante i finanziamenti messi a disposizione dalla Regione”.
    “Da quando mi sono insediato – spiega Schifani – ho riscontrato una situazione paragonabile a uno scandalo per il duopolio Ita-Ryanair con prezzi da e per la Sicilia inaccettabili per i nostri ragazzi e per i turisti. Abbiamo fatto ricorso all’Antitrust, abbiamo denunciato la vicenda alla Commissione Ue che ha aperto una inchiesta, meglio tardi che mai. Abbiamo lavorato per convincere Aeroitalia a volare da e per la Sicilia e questa compagnia si sta dimostrando seria e rispettosa degli impegni assunti con tariffe medie che sono sotto gli occhi di tutti”.

“Devo dare atto a Ryanair che in parte ha ridotto i prezzi, cosa che non si è verificata paradossalmente per Ita, società a capitale pubblico. – ha aggiunto Schifani – Mi amareggia moltissimo verificare come il denaro pubblico venga cosi mal gestito da operatori che pur di sopravvivere espongono i cittadini a vessazioni di prezzo”.

Gli sconti a chi sono rivolti?

Il contributo economico consiste nella riduzione del 25% sul costo del biglietto aereo, a beneficio dei passeggeri residenti nel territorio della Regione Siciliana. Occorrerà dimostrare lo status di residente alla compagnia aerea (anche su piattaforma online) o all’agenzia che rilascia il biglietto mediante autocertificazione all’atto dell’acquisto dello stesso.

Il contributo economico in favore dei residenti consiste in uno sconto del 25% sul costo totale della singola tratta, comprensivo di tutte le tasse, spese e accessori fatturate dal vettore e sarà così applicato: qualora il biglietto per singola tratta abbia un costo minore o uguale a 50 euro non sarà applicata alcuna scontistica; qualora il biglietto per singola tratta abbia un costo compreso tra 50,01 euro e 62,50 euro la scontistica sarà effettuata in modo da portare il costo sostenuto dal residente per il biglietto a 50 euro; la riduzione del costo totale del biglietto potrà arrivare fino ad un massimo sconto di euro 75,00 per singola tratta.

Inoltre un ulteriore contributo, pari a uno sconto di un altro 25% per un totale di 50%, alle suddette categorie: residenti con disabilità dal 67% di invalidità, studenti o residenti con basso reddito (ISEE inferiore a 9.360 euro), da applicarsi sui biglietti il cui costo totale è superiore a 50 euro.

L’intervento, in sede di prima applicazione, è stato avviato sui collegamenti degli aeroporti siciliani con gli aeroporti di Roma Fiumicino “Leonardo da Vinci” e Roma Ciampino “G. B. Pastine” e con gli aeroporti di Milano Malpensa, Milano Linate e Milano/Bergamo Orio al Serio, sia in andata sia in ritorno, anche per singola tratta, per i voli dal 1° dicembre 2023 al 31 dicembre 2024.