Chiostro di S. Maria La Nuova in Monreale

Chiostro di S. Maria La Nuova in Monreale

Chiostro di S. Maria La Nuova in Monreale – Il Duomo è affiancato dal chiostro dell’antico convento benedettino, realizzato sul finire del XII secolo ed esempio stupendo di architettura bizantina. Si tratta di una costruzione prettamente romanica, a pianta quadrata di 47 metri di lato, con portico ad archi ogivali a doppia ghiera e con singolarissimo “toro” nell’intradosso.

Gli archi sono sostenuti da colonne binate, di ornamentazioni alterne, talune intagliate ad arabeschi ed altri con intarsi a mosaico. I capitelli sono istoriati con scene bibliche. Nell’angolo meridionale vi è un recinto quadrangolare delimitato da tre arcate per lato. Al centro è una fontana la cui acqua scaturisce da una colonna riccamente intagliata a forma di fusto di palma stilizzato, con figure in piedi, teste foglie a rilievo. L’acqua fuoriesce in sottili getti da bocche umane e leonine. Le basi delle colonne del chiostro raffigurano un’amplissima varietà di motivi: foglie stilizzate, rosette, zampe di leone, teste di fiere, gruppi di uomini e animali, rane e lucertole.

Analogamente, ricca e varia è la decorazione dei capitelli dove si ritrovano temi legati all’iconografia religiosa, Vecchio e Nuovo Testamento, animali tratti dal bestiario medievale e della tradizione mediorientale a motivi fitomorfici.

Per la prima volta, un percorso di visita unico condurrà il pubblico alla scoperta di uno dei più importanti complessi monumentali del medioevo siculo-normanno, farà comprendere l’idea fondante che mosse re Guglielmo II che volle fortemente la nascita non solo del Duomo di Monreale, ma dell’intero complesso abbaziale. Grazie alla collaborazione sinergica tra la Basilica Cattedrale di Monreale, la Soprintendenza ai Beni Culturali della Regione Siciliana, con il concessionario CoopCulture, è stato costruito un itinerario di visita che ricostruisce l’integrità, articolata in diversi spazi sacri e di potere del gioiello architettonico. L’intento dichiarato del re normanno era quello di divenire il punto di riferimento del mondo ecclesiastico sul territorio; anche per questo motivo, concesse il monastero ai Benedettini giunti da Cava dei Tirreni. Sede arcivescovile sin dalla sua fondazione, architettonicamente il Duomo venne completato con l’edificazione dello straordinario chiostro, elegante esempio di architettura monastica, vero hortus conclusus in cui è facile immaginare i monaci camminare, leggere e pregare. Il percorso di visita guiderà gli spettatori nell’esplorazione del Duomo, leggerà il Vecchio e il Nuovo Testamento sui mosaici, ammirerà il Cristo Pantocratore e passerà quindi alla cappella del Crocifisso – meglio nota come Cappella Roano, dal nome del suo fondatore – che accoglie il Tesoro del Duomo; proseguendo poi, si visiterà il Museo Diocesano, e l’aula capitolare di San Placido che ospitava l’assemblea dei monaci,  per concludere la passeggiata lungo gli ambulacri del chiostro. Da non perdere l’esperienza condivisa delle terrazze del Duomo da cui si gode una straordinaria vista sulla città.

Proprietà: Regione
Ingresso: 6,00 €; Riduzione 3,00 €
Giorni e orario apertura: Da lunedì a sabato 9,00-19,00 (ultimo ingresso 18,30) domenica e festivi 9,00-13,30 (ultimo ingresso 13,00). Prima domenica del mese ingresso gratuito ; Prenotazione: Nessuna
Comune: Monreale
Indirizzo: Piazza Guglielmo, SNC
CAP: 90046
Provincia: PA
Regione: Sicilia
Telefono: +39 0917071425 – 0917071411
Fax: +39 091 7071213
Email: [email protected]
Sito web: http://www.regione.sicilia.it/beniculturali/dirbenicult/database/page_musei/pagina_musei.asp?ID=49&IdSito=63

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.