cxxcsd
Top
Image Alt

Cosa fare in Sicilia

  /  Arte   /  Al Museo Civico di Noto fino ad ottobre l’arte dei Pupi

Al Museo Civico di Noto fino ad ottobre l’arte dei Pupi

Al Museo Civico di Noto continua fino ad ottobre la mostra dedicata ai pupi e ai cavalieri del mito siciliano.

Fino ad ottobre al museo civico continua la mostra dedicata ai pupi siciliani

L’ occasione per questa bellissima mostra dedicata all’arte dei pupari è stata il centenario della nascita della Marionettistica dei Fratelli Napoli di Catania, fondata nel 1921 da don Gaetano Napoli.

Sikarte che è l’organizzatore dell’evento ha omaggiato questi artisti dell’arte dei Pupi, presso il Museo Civico di Noto, la mostra Donne, eroine e dame all’Opera dei Pupi. I cento anni della Marionettistica dei Fratelli Napoli di Catania, a cura di Alessandro Napoli.

Fino ad al 17 ottobre

Una mostra davvero particolare che continua fino al metà ottobre con anche con una installazione luminosa opera della siciliana artista catanese Alice Valenti raffigurante due paladini in duello, stilizzate.

Si tratta del terzo evento espositivo organizzato a Noto da Sikarte e del primo in partnership con Turnè Sicily – ente privato che ha in gestione il Museo Civico di Noto.

La mostra

La Marionettistica dei Fratelli Napoli ha favorito la realizzazione del progetto prestando le opere e curandone la direzione scientifica e artistica; dalle collezioni Muscà (museum of sicilian cart), invece, proviene una selezione di cartelli dipinti da Rosario Napoli nel primo trentennio del Novecento come manifesti per pubblicizzare gli spettacoli.

Tutti i soggetti organizzatori (tra cui anche il comune di Noto e il Museo Internazionale delle Marionette Antonio Pasqualino di Palermo) hanno ideato e realizzato questa mostra allo scopo di valorizzare l’Opera dei Pupi e il patrimonio storico – artistico di Noto, entrambi riconosciuti Patrimonio dell’Unesco.

Le donne nella mostra al museo civico di Noto

Nel 2021, il Museo Civico di Noto per la prima volta apre le sue sale a una mostra didattico – documentaria che presenta e promuove il grande patrimonio storico – antropologico rappresentato da pupi.

Cartelli, fondali e scenografie teatrali, che come vere e proprie installazioni artistiche, attualizzano e raccontano la forte identità storica e artistica dell’Opera dei Pupi.

Un focus all’interno della mostra è dedicato alle donne protagoniste delle antiche storie cavalleresche

Ma anche alle donne che partecipano attivamente alla produzione e alla messa in scena degli spettacoli, e quindi costumiste e parlatrici, tra cui spicca Italia Chiesa Napoli, straordinaria interprete che ha dato voce ai personaggi femminili delle storie di repertorio.