Danni alla Madonna della Lettera di Messina

Danni alla Madonna della Lettera di Messina

Danni alla Madonna della Lettera di Messina a causa del vento.

La statua, in bronzo dorato, fu realizzata dallo scultore Tore Calabrò, ed è alta 7 metri.

Il monumento venne inaugurata nel 1934 da papa Pio XI che da Roma azionò un congegno ideato da Guglielmo Marconi, con cui accese le luci sulla stele e sull’iscrizione alla base.

Ed proprio l’iscrizione alla base ad aver subito dal vento dei danni piuttosto importanti.

Che cosa è successo alla Madonna della Lettera di Messina?

La scritta “Vos et ipsam civitatem benedicimus”  che sta alla base del monumento è stata danneggiata dal forte vento di scirocco di questi ultimi giorni.

La stele nota in tutto il mondo sorge all’estremità del forte San Salvatore, è alta 35 metri e fu fatta all’epoca costruire dall’arcivescovo di Messina, monsignor Angelo Paino.

Il forte vento di scirocco che ha imperversato nei giorni scorsi ha sradicato due lettere, la “d” e la “i” dell’ultima parola, “benedicimus”.

La base della Madonna della Lettera danneggiata dallo scirocco

La Madonna della Lettera di Messina

Complessa e molto interessante è la storia della Statua della Madonna di Messina, per chi volesse approfondire rimandiamo ad un nostro articolo all’interno del sito in cui spieghiamo la travagliata storia della Madonna e della sua festa.

La Madonna della Lettera è venerata particolarmente come santa patrona di Messina, di Palmi (provincia di Reggio Calabria), di Finale (provincia di Palermo) e di Pannaconi (provincia di Vibo Valentia).

Curiosità

La frase Vos et ipsam Civitatem benedicimus (“Benediciamo voi e la vostra Città”) è oggi scritta a caratteri cubitali alla base della stele della Madonnina sul braccio estremo del porto di Messina.

Da notare che il testo della lettera reca un’incongruenza nella data, poiché a quel tempo non esisteva ancora la datazione cristiana.

Non sono stati trovati documenti storici davvero attendibili a conferma dei fatti narrati dalla tradizione.

Cosa fare a Messina News Storia