Con le nuove norme, andare in discoteca e ai buffet.

Con le nuove norme, andare in discoteca e ai buffet.

Con le nuove norme come andare in discoteca ai buffet, e a in altri luoghi? Non lo sapete? Ve lo diciamo noi di Cosa fare in Sicilia.

Dalla Conferenza delle Regioni gli aggiornamenti delle linee guida per consentire la riapertura parziale di altre attività produttive ancora ferme.

Con le nuove norme : Come andare in discoteca

Le indicazioni per le discoteche sono molto simili a quelle di cinema e spettacoli live, dove è prevista la separazione di almeno 1 metro tra gli utenti e di almeno 2 metri tra gli utenti che accedono alla pista da ballo.

Sulla base di queste limitazioni ogni locale è tenuto a rimodulare la capienza massima, utilizzando nel caso anche conta persone per monitorare gli accessi.

Tuttavia il ballo sarà consentito solo ed esclusivamente negli spazi esterni (come giardini e terrazze) ed è vietata la consumazione di bevande al banco.

Con le nuove norme : Come andare ai buffet di nozze

Per la ristorazione, valgono le indicazioni già in vigore per altri settori, con linee guida con il dpcm del 17 maggio valide allo stesso modo per trattorie, pizzerie, self-service, bar, pasticcerie, pub, gelaterie, rosticcerie e le attività di catering.

La distanza minima di un metro tra i clienti potrà essere ridotta solo ricorrendo a barriere fisiche tra i tavoli.

È possibile organizzare una modalità a buffet – anche con porzioni monodose – mediante somministrazione da parte di personale incaricato, escludendo la possibilità per i clienti di toccare il cibo.

Gli ospiti dovranno indossare la mascherina negli ambienti interni (quando non sono seduti al tavolo) e negli ambienti esterni, qualora non sia possibile rispettare la distanza di almeno 1 metro.

Se si va al ristorante con delle persone con cui si coabita non ha alcun senso mantenere la distanza di sicurezza di un metro.

In questo caso sarà responsabilità del cliente comunicarlo al ristoratore e chiedere di farsi preparare un tavolo più piccolo.

I bar, anche dove avranno la possibilità di servire più persone contemporaneamente al bancone, non potranno proporre cibi condivisi né contenitori fruibili da avventori diversi

All’entrata del locale, devono essere messi a disposizione dei clienti spray o gel sanificanti per le mani.

Il personale del ristorante, inoltre, deve verificare che i clienti indossino le mascherine, di tipo chirurgico o di tipo riutilizzabile (le cosiddette mascherine di comunità), fino al momento della consumazione.

Cosa fare in Sicilia a Giugno Lifestyle